Portfolio

In questa sezione del blog troverete alcuni progetti che ho fatto nel corso del tempo al fine di fare conoscere il mio approccio creativo ed a cui, in seguito, aggiungerò quelli in corso e futuri.

Architetture. Io penso che come architetto e mamma la partecipazione ai problemi di una comunità sia un valore da trasmettere ai propri figli e che ognuno di noi, tenendo conto delle proprie possibilità e specificità, possa contribuire incoraggiando, criticando in modo costruttivo e proponendo. 
Tra tutti i progetti ho scelto quello  per il nido " Spartaco" ( Quartiere S.Vitale -comune di Bologna ) , pro bono, per la risistemazione dell'area verde.
Il giardino offre un grande sfogo, soprattutto nei mesi estivi, ma attualmente non può essere sfruttato appieno perchè necessita di un ripensamento complessivo in funzione della insufficiente manutenzione (es. rinnovamento delle zolle) e degli evidenti problemi legati alla necessità di una irrigazione continua che non può essere affidata alla casualità delle precipitazioni stagionali ma cercando nel territorio la soluzione (es. affidamento della gestione del giardino agli anziani degli orti accanto alla struttura).

Design&co. Fin da piccola mi sono sempre cimentata con le più svariante tecniche seguendo la curiosità prima della stagione infantile e poi la consapevolezza con gli studi di architettura degli anni universitari.
tecnica: pittura a vetro su specchio
 L'idea nasce e cresce seguendo un percorso a volte inaspettato. La tecnica segue l'idea.
Spesso colgo l'ispirazione semplicemente dalla quotidianità, ogni oggetto può essere uno spunto da svilluppare.
tecnica: pittura su stoffa
 
tecnica:gioiello a pasta FIMO



Il piacere del disegno e la dimensione della fantasia sono molto presenti da sempre nei miei lavori.

tecnica: pittura su ceramica
tecnica: acrilico su legno
Ogni superficie è una tela.

La funzione dell'oggetto continua o cambia ma non è mai un esercizio estetico senza un uso. Forma e funzione vivono insieme e si evolvono in simbiosi.  
Una lampada diventa un omaggio al rigore geometrico di Mondrian. La lezione del passato ci accompagna e stimola ogni giorno.
schizzo per lampada ( tecnica: pittura su vetro )

Il viaggio è stata una costante nella mia vita, nascendo in una famiglia multiculturale, ma grazie all'incontro con lo yoga il mio cuore batte ad Oriente.
schizzo per piatto di ceramica
La nascita di nostra figlia ha cambiato tutto, i ritmi e le priorità. Non solo. Confrontarsi con il   mondo dell'infanzia è un percorso dentro di noi: passato, presente e futuro si incontrano.  Disegnare, colorare e creare insieme a lei mi ha aperto un mondo da vedere con occhi nuovi.

Percorsi didattici. Giocando con i bimbi nasce la voglia di costruire storie insieme.
murales ( tecnica mista)







Esplorare il mondo dei colori con la fantasia.
tecnica mista
Giocare con la storia dell'arte.
 
Grafica.
 L'origine:scrivo,disegno,scolpisco,incido.
tecnica: acquerello
 Oggi: il termine grafica indica il settore della produzione artistica orientato alla progettazione ed alla realizzazione di prodotti di Comunicazione visiva (Wikipedia).

 Storia di un logo. Il senso che percepiamo di più è la vista. Ideare un logo significa porre attenzione a forme, linee e colori. Tra semiotica e comunicazione trovare una sintesi efficace non sempre è facile. Viviamo immersi in un mare di segni e la necessità di comunicare è diventata una necessità prioritaria, trovare una cifra personale è il primo problema da risolvere. 
Quando ho pensato al blog ho subito capito che il logo del mio progetto archigea doveva raccontare la mia storia con pochi elementi grafici. Tra tutti i simboli ho scelto la terra perchè mi ricorda che la nostra natura umana è hic et nunc , qui ed ora, ma la terra è anche fertile ed in quanto tale esprime le molteplici strade che ognuno di noi può decidere di percorrere. Amo l'India come Salgari, in questa cultura tutti gli elementi naturali sono importanti e mi è parso logico attingere ad una fonte così ricca di spunti. Se volete sapere perchè la scritta "ARCHIGEA" cambia direzione la risposta è scritta nel mio percorso di vita. Ci sono persone che seguono una direzione sola, semplicemente io non sono tra queste. E i piedini? Il momento in cui un figlio comincia a camminare  è indimenticabile, realizzare improvvisamente che il suo mondo era diventato infinito. Da adulti si dimentica che i nostri piedi possono portarci molto più lontano di quanto noi crediamo sia possibile.


Architettura e comunicazione
L'architettura non è solo cemento e vetro ma si muove anche nel mondo dell'effimero, all'nizio è solo uno schizzo che si evolve, a volte, in un progetto e poi in un oggetto.  
Studio per uno stand Fiera Cersaie

Lavorando presso alcuni studi professionali mi sono resa conto che un progetto veniva spesso recepito dal cliente come un insieme di linee e simboli incomprensibili, nessuno si preoccupava se il committente a cui era destinato il lavoro sapesse leggere il disegno che gli veniva sottoposto. Una comunicazione errata che si traduceva in varianti in corso d'opera a carico del cliente. Mi sono spesso chiesta se il progetto che ci veniva commissionato soddisfacesse veramente i bisogni di chi lo avrebbe usato tutti i giorni. 

etica&comunicazione.Disegnare è comunicare?A mio parere il segno sul foglio è una forma di comunicazione ma a questo punto può rimanere un gesto privato o rivolgersi ad un destinatario specifico ed in questo caso allora deve

 informare, interpretare, interagire
campagna sociale Archigea  2012


Quando nostra figlia ha imparato a leggere mi è diventato chiaro che da quel momento in poi avrebbe dovuto confrontarsi non solo con le immagini ma anche con il significato del mondo delle parole che avrebbe letto. La grafica non è solo scegliere un logo, i colori ed il testo ma assumersi la responsabilità della comunicazione perchè la questione etica non deve essere sottovalutata.












Nessun commento :

Posta un commento